mercoledì 26 dicembre 2007

Partenza e Arrivo!

Parte I: il volo

Ore 7.05: con lo squillo di mio padre che mi dice che è sotto il palazzo ha ufficialmente inizio questo giretto di fine anno a Stoccolma!

In realtà il volo è alle 12.45, ma se un prof di ingegneria ed un aspirante ingegnere a meno uno dal traguardo iniziano a fare i conti col worst case è già tanto che non stavamo a Ciampino da 3 giorni!!

La tratta Napoli-Roma scorre via veloce al pelo dei 130 Km/h nonostante il tempo non adattissimo ma l'asfalto è sicuro e la strada è libera.... l'acceleratore si preme da solo ed è una fatica trattenerlo dal fine corsa!

Arrivati a Ciampino, alle 9.10 iniziamo ad organizzarci sul da farsi. Prima di tutto risolviamo l'annoso problema dell'alimentatore del portatile. Come? Con un alimentatore multi standard che, tra i tanti pregi, ha quello di fottersene altamente della presa di terra. Due poli e vai con Dio!

Dopo aver fatto il check-in appena questi ha aperto, tra un caffè ed una rivista finalmente si fanno le 11.50 e mi metto in coda per il security check. Ovviamente il dannato metal detector, nonostante mi sia denudato del denudabile, continuava a suonare! Alla fine, ad un'attenta analisi si è scoperto che era la pericolosissima zip della felpa. Chissà quanti attentati sono stati portati a termine grazie a questo temibile oggetto di metallo!

Passata anche questa, arrivo finalmente alla gate. Ma evidentemente a Ciampino si erano scordati del volo per Stoccolma visto che nessuno degli addetti si è presentato al bancone se non mezz'ora dopo l'orario presunto della partenza.

Finalmente si decolla e dopo tre tranquillissime ore di viaggio (gran parte delle quali passate a dormire!) si atterra all'areoporto di Skavsta che viene spacciato come aereoporto di Stoccolma ma in realtà è come dire che Capodichino è l'aereoporto di Salerno, giusto per far capire le distanze :P

Raccolti i bagagli, mi sono diretto alla piattaforma dove partono i pullman della Flygbussarna tra cui quello diretto a Stoccolma! Purtroppo, a quanto pare tutto l'aereo doveva prendere il pullman e mi tocca aspettare il prossimo! Ecco come mai sto scrivendo ora il resoconto di questa prima parte del viaggio. Appena arrivo in ostello proseguo il racconto!

Parte II: il pullman e l'ostello

Sono le ore 23.00 e sto scrivendo dal caldo dell'ostello. Dalle 17.00 ad ora sono successe un paio di cose che meritano di essere ricordate ma non meritano un post tutto loro (essì sono azzeccato lo so!!).

Il viaggio in pullman scorre liscio lungo l'autostrada da Nyköping alla stazione centrale di Stoccolma. Soprattutto gli ultimi 15 minuti sono stati da mozzare il fiato. Infatti l'ultimo tratto è un continuo passare da un'isola all'altra mirando i palazzi che sorgono dalla riva del mare che specchiano le loro luminarie natalizie sulle onde nere rischiarate da una luna quasi piena.

Arrivati a Stoccolma mi tuffo per i meandri della "nuova" T-Centralen, tirata a nuovo rispetto alla "piccola" stazione ai tempi dell'inter-rail del 2003. Il nuovo padiglione è un esempio perfetto di architettura moderna, per quanto ne capisca molto poco. Lì compro un biglietto da tre giorni per la metro e mi tuffo nella T-Bana e in pochi minuti scendo alla fermata Gamla Stan (ok, è quella subito dopo, però faceva figo usare la metro :P).

Pochi passi e sono in ostello. Lì, essendo arrivato ben oltre l'orario di check-in, mi aspettano su una sedia le lenzuola pulite ed una busta da lettera con dentro tutte le informazioni necessarie per raggiungere il dormitorio assegnatomi. Entro nel dormitorio e trovo quasi tutti i letti disponibili e, senza colpo ferire, mi piazzo sul letto da dove sto scrivendo ora che è anche l'unico con la presa della corrente a portata di mano. Controllo che il portatile "veda" la corrente elettrica, senza bruciarsi, faccio il letto e mi tuffo per le vie di Stoccolma

Parte III: la città

Esco dall'ostello con un programma ben preciso: fare un giro per le bancarelle della piazza di Gamla Stan e poi, passando per Drottningatan, andare a vedere di persona le vetrine di NK che BadGrass ha descritto tanto bene nel suo blog.

Prima di tuffarmi per le viuzze della città vecchia dedico qualche minuto a fare qualche foto all'enorme albero di natale allestito nei pressi del Palazzo Reale. Purtroppo le mie arti fotografiche sono pressocchè nulle e gli scatti realizzati non rendono giustizia a questo tripudio di luci.

Arrvato alla "piazzetta" scopro con enorme delusione che la "festa" era finita e le bancarelle erano tutte chiuse. Non mi resta che dirigermi verso NK. Lungo la via noto che, nonostante sia decorata in maniera impeccabile, anche Drottningatan è praticamente deserta: eppure sono neanche le 20.00!!

Arrivato all'incrocio con Sergels Torg, da vero azzeccato, non posso che perdere almeno 5 minuti a cercare la web cam! Toltomi questo sfizio scendo sotto la fontana, passo oltre la piazza e risalgo a livello stradale su Hamngatan. Dopo essere rimasto incantato dalle vetrine di NK, mi faccio un giretto per i giardini là vicino. Purtroppo in questo periodo sono sottoposti a rimordernamento quindi la fontana è prosciugata. In compenso, hanno costruito una pista di pattinaggio sul ghiaccio intorno ad una statua e, nonostante la temperatura. l'ora ed il vuoto delle strade, alcune bambine pattinavano tranquillamente...

Infine la giornata si chiude con un panino dal Burger King di Sergels Torg, una disputa vinta con la cerniera del giaccone ed una piacevole chattata su MSN attraverso la wi-fi dell'ostello.

Programma di domani: penso di dedicare le (poche) ore di sole di domani alla visita di Södermalm e dintorni seguendo passo passo la guida che comprai con mia sorella l'ultimo giorno del soggiorno estivo del 2006. Dopo il tramonto, che vorrei seguire da un posto figo, credo il Katarinahissen, mi dedicherò ad un po' di sano shopping: SF-Bok chiama!!!

Foto del giorno: una delle vetrine di NK.

003 - 26 dic - Vetrina di NK - 1

6 commenti:

TopGun [Ace In The Storm] ha detto...

Mitico.
ma per la macchina fotografica ti pigliavi dell Hybro uniross da 10€uri ricaricabili che nn perdono la carica...mannaggia a te...shoponline ce l'ha in offerta:P

Buon "viaggio" :p


ciao!

Anonimo ha detto...

Benvenuto in terra di Svezia, ma non avevi un colloquio di lavoro ?

gattosolitario

Kralizek ha detto...

domani! :D

Verdefoglia79 ha detto...

In bocca al lupo per domani allora!

Puntino ha detto...

Kralizek, son curioso ma come hai fatto per testare che il notebook non si bruciasse quando lo attacchi alla presa elettrica?
In quale ostello sei?

Kralizek ha detto...

l'alimentatore che mi ha dato mio padre è anche trasformatore, quindi al portatile arrivava esattamente la tensione che gli serviva.

per l'ostello ho fatto un post ieri.

Related Posts with Thumbnails