giovedì 19 marzo 2009

Marzo

Marzo: nu poco chiove
e n'ato ppoco stracqua
torna a chiòvere, schiove;
Ie 'o sole cu ll'acqua.

Mo nu cielo celeste,
mo n'aria cupa e nera,
mo d' 'o vierno 'e 'tempeste,
mo n'aria 'e Primmavera.

N'auciello freddigliuso
aspetta ch'esce o sole,
ncopp' 'o tterreno nfuso
suspirano 'e viole...

Catarì, che vuò cchiù?
Ntienneme, core mio,
Marzo, tu 'o ssaje, si' tu,
e st'auciello song' io.

Apro questo post con questo omaggio a Salvatore Di Giacomo perché durante la pausa pranzo mi è venuta in mente questa bellissima poesia. Il motivo credo sia banale.

Infatti mentre passeggiavo per i dintorni di Karlaplan durante la pausa pranzo con l’intenzione di godermi la splendida giornata, luminosa e soleggiata, sono stato investito da un’inattesa spolverata di neve. Il tutto è durato nemmeno 10 minuti, e la neve che toccava terra si scioglieva come, è proprio il caso di dirlo, neve al sole.

Ad ogni modo, l’inverno è finalmente alle spalle. Lo si capisce dal fatto che se la notte non chiudo la tenda, la notte mi ritrovo nuovamente immerso in un bagno di luce e dal fatto che quando esco dall’ufficio ci mette sempre più tempo a diventare buio.

Ecco qualche scatto fatto sulla via del ritorno a casa.

Attimi prima del tramonto da Strandvägen Il Nordiskamuseet poco prima del tramonto

PS: mi sa che è ancora troppo presto per uscire con T-shirt e giubbino, al ritorno ho avuto un po’ di freddo. C’è da dire che stamattina mi sentivo un po’ scemo ad uscire di casa con il giubbotto quando tutta la città era irraggiata da quel “caldo” sole primaverile.

5 commenti:

gattosolitario ha detto...

Ma se siamo a -4 ! La primavera la vediamo tra un mesetto, continua con i giubbini e maglioni senti a me : )

Puntino ha detto...

in effetti con -4 forse è un pò prestino per la t-shirt

Federico ha detto...

Io direi anche due mesetti...
Comunque vedere il sole che se ne va dopo le sei è una bella cosa :-)

Vi ses

Barbara ha detto...

:) Guarda come sboroneggia con le vampate che c'ha :P:P

Cmq nella poesia mi pare fosse: ride 'o sole cull'acqua (ovviamente la scrittura da rivedere e il verso da controllare, ma alle elementari me la fecero imparare così)

Kralizek ha detto...

anche io ci sono rimasto male per quel "Ie 'o sole cu ll'acqua", peró sono sempre stato incapace a ricordare le poesie quindi l'ho data vinta al sito...

Related Posts with Thumbnails