lunedì 6 ottobre 2008

È difficile essere verdi...

Ci sono giorni che non vorresti finissero mai perchè tutto va come dici tu... e ci sono giorni che proprio non vogliono finire! Purtroppo i primi sono rarissimi, e per fortuna i secondi sono frequenti quanto i primi.

La cosa buffa è che in "quei" giorni, sembra davvero che l'Universo tutto abbia ordito una congiura ai tuoi danni.

Dalla metro che si ferma ad Alvik per cinque minuti proprio il giorno in cui stai facendo tardi a lezione al cellulare di tua madre che si intestardisce e ti manda 10 volte lo stesso fottutissimo messaggio.

Oppure provi a dare il buongiorno alla tua ragazza e la TIM non ne vuole proprio sapere di farti passare la telefonata.

Poi arrivi in classe e ti siedi nell'unico posto rimasto che, casualmente, è talmente bene illuminato che sembra una postazione per farsi le lampade... ho passato più di due ore di lezione accecato da quel cacchio di raggio di sole con la consapevolezza di avere gli occhiali da sole in borsa solo per rosicare di più perchè non me li sarei mai messi in classe.

A pranzo vuoi mangiare qualcosa di più sano del solito hotdog da 20 sek per cercare di far passare l'esplosione di brufoli che mi è venuta (nota: non ho avuto problemi di brufoli a 15 anni...) però non trovi niente di "sano" (apparentemente) a meno di 100 corone...

Arrivano i pacchi dall'Italia con la roba "pesante", ma giustamente, dopo essersi lamentati che il lunedì alle 12.15 non ero a casa, anzicchè lasciarli nel vicino "ufficio postale" (virgolettato perchè qui non esistono gli uffici postali), mi portano i pacchi nell'ufficio UPS in fanculonia.

Arrivi in ufficio, è giustamente ti rendi conto che è lunedì, cioè una nuova settimana, cioè se stai facendo delle statistiche sull'andamento della settimana, non ti resta che quotare lo scarafaccio stercoraro: ci sta poca merda da fare a pallottole. Per la precisione nessuna! Tanto è vero che le "slide" della televisione già presenti erano un fiorire di errori, eccezioni, bestemmie in aramaico e chi più ne ha più ne metta... Dopotutto è ovvio: se, all'insegna del motto "poco codice", cicli un array senza controllare che dentro ci sia effettivamente qualcosa, è naturale che "ti si alza Cristo e la Madonna" (frase coniata dal compare Claudio durante uno dei lavori di gruppo per l'Università).

Ma poi il tuo "capo" si lamenta che ci hai messo quasi 8 ore a fare un task. Peccato che il capo abbia pensato che mi so dovuto vedere da zero un coso che ti fa i grafici tutti fighetti e come il servizio di statistiche "caga" i dati richiesti (viva la documentazione... assente). Il tutto per poi rendersi conto che se metto nello stesso istogramma una barra di valore "6000" ed una di valore "16", se sei cazzo di vedere la seconda barra.

babelfish-mockup Nel frattempo ti sembra di aver lasciato a casa il pesciolino di Babele perchè inglese o svedese non riesci a capire indiscriminatamente un cazzo, a prescindere da chi ti parla: dalla proffa, ai compagni di classe, dal capo all'unica collega che si è accorta che la tua sedia non è vuota.

Finalmente esci dall'ufficio, ti schiaffi su una panchina a leggere il numero introvabile che finalmente hai trovato, anche se in svedese. Ma ti rendi conto che il "#4" svedese equivale ai numeri 7 e 8 della versione inglese. Che per altro hai a casa, in inglese!

Torni a casa, ormai dopo il tramonto, e ti ricordi che la tua camera è illuminata da una schifosissima lampada da tavolo poggiata a terra e bilanciata manco la chiavica dato che non riesce a stare in piedi neanche se San Gennaro la viene a tenere in piedi.

E come compiti a casa devo scrivere l'elenco dei colori e degli indumenti in svedese...

PS: il titolo lo capiranno veramente in pochi, e precisamente solo quelli che hanno giocato a Warcraft III abbastanza da sapere cosa è un "pissed" e come lo si tira fuori da un peone. Per tutti gli altri... pazienza.

6 commenti:

dancerjude ha detto...

vabbè dai, questo lunedì nero è quasi passato...

Kralizek ha detto...

per chiudere la giornata... un rogue di merda mi ha camperato la paladina...

grazie mondo...

L'avvocato (con la a minuscola) ha detto...

Pazienza sì, comunque capisco benissimo di cosa parli, ne ho grande esperienza... io e i giorni neri ci rincorriamo da anni, eh eh!

gattosolitario ha detto...

Per UPS é normale, fanno sempre cosi. Ma tu chiamali e chiedi di avere la consegna in ufficio, non fanno problemi : )

Kralizek ha detto...

purtroppo i loro orari non sono i miei orari... cmq ho già risolto...

gattosolitario ha detto...

Appunto, proprio per questo. Gli lasci l'indirizzo dell'ufficio e lasciano le cose li. Quando arrivi trovi il tuo pacco.

Related Posts with Thumbnails