mercoledì 1 ottobre 2008

Pollo all'Avvocato e paranoia alla Kralizek

Dopo le fettuccine alla svedese, oggi è stata la volta del Pollo all'Avvocato. In realtà l'Avvocato lo chiama con il suo vero nome, ma anche così non suona male e rispetta la privacy!

Ma cominciamo dall'inizio...

Questa mattina è stato veramente difficile alzarsi nonostante fossi andato a dormire preso. Talmente presto che non ho avuto neanche il tempo di fare i compiti. Ed è in queste occasioni che gli anni di scuole superiori tornano alla ribalta: infatti nel tragitto che va da Abrahamsberg ad Rådmansgatan sono riuscito a fare il 75% dei compiti. Non male! In classe la proff ha continuato a spiegare il significato di proposizione principale e di proposizione secondaria. Un po' noioso direi...

A fine corso, dato lo splendido tempo, ho preferito non "ingenziare" e mi sono recato direttamente all'ufficio stabilendo così il nuovo record: alle 12.00 mettevo piede in ufficio già "pranzato". E così posso dire addio alla soglia psicologica del "non voglio pranzare prima delle 12.00".

In ufficio, trovandomi libero da impegni, ho chiesto un nuovo task e il primo task che mi era stato affidato riguardava una presentazione su Barcellona. Why Barcelona? Perchè se l'azienda raggiunge un certo obiettivo per fine anno, ogni dipendente riceve in omaggio una vacanza da qualche parte. L'anno scorso era New York, quest'anno è Barcellona. Sia chiaro, ogni dipendente "full time": quindi questa cosa non mi interessava, come mi ha fatto gentilmente notare Marcus. Per completezza storica aggiungo che ho risposto con un candido "so, this's not a task for me!" condito da un genuino sorriso sulle labbra!

A metà pomeriggio mi ricordo che il giorno prima avevo ricevuto dallo Skatteverket il personbevis che serve ai datori di lavoro e quindi chiedo a Marcus a chi devo consegnarlo: questi mi porta dall'incaricato della gestione "economica" dell'azienda cui vengo presentato come "an half-time worker". E sono due. Questa volta non posso che incassare e lasciare che la paranoia galoppasse per la mia mente.

Il lavoro va particolarmente bene per tutto il team e, verso le 17.00, la task list è vuota: non resta che chiudere i Visual Studio ed aprire i Counter Strike. Ma questa volta cambio nome: cancello il classico Kralizek e rispolvero un vecchio smurf dei tempi di Warcraft III: VeAproErCulo. Confesso che avevo pensato ad un auto-ironico "CoCoPro", ma la mia metà tamarra ha avuto la meglio.

Dopo mezz'oretta di frag e ostaggi salvati, chiudo tutto e mi avvio verso la prossima destinazione. Lungo la strada faccio una bella chiacchierata con Gatto cui ho esposto la mia paranoia giusto per sentirmi rispondere con un ricco "fottitene e lavora come sai". Non ci riesco ancora, nonostante tutte le millantate teorie dell'impermeabile, sono ancora troppo permeabile a pareri ed opinioni altrui. Ad ogni modo, si era fatta ora di andare all'appuntamento con l'Avvocato per cenare insieme a casa sua. La casa è lontana dal centro, diciamo anche "in culo alla Luna", ma è molto bella: non come la catapecchia dove sto io.

Un Pollo all'Avvocato, un ottimo fragolino ed una sana chiacchierata dopo ero sul trenino che porta dalla Via del Salmone (giuro che la via dove sta casa dell'Avvocato si chiama così!) a Slussen. 40 minuti di sofferenze intestinali dopo ero sul Trono Ghiacciato: credo che qualche spezia usata dall'Avvocato non sia stata di gradimento ai piani intermedi. Peccato, perchè ai piani "alti" la portata è piaciuta veramente molto.

The Frozen Throne

E ora ninna, ma quanto manca al week-end?

1 commento:

gattosolitario ha detto...

Dai mica ho detto proprio cosi ; )

Related Posts with Thumbnails